Albo Pretorio

Albo Pretorio Online

Sportelli

Sportello Sued Sportello Suap

Focus On



Trasparenza nelle pubbliche amministazioni
Patto dei Sindaci
Galleria fotografica del comune di Olevano Romano Museo Civico di Olevano - Museo Centro-Studi sulla Pittura di Paesaggio Europea del Lazio


Sei in: - Home - La Città - Promozione del Territorio - Itinerario Comunale 

Visualizza Mappa dell'Area Visualizza PDF Stampa la pagina

Itinerario Comunale

Appena giunti ad Olevano si consiglia di visitare il Santuario della Madonna di Colle di Maggio da cui si può ammirare la struttura del centro storico ed il paesaggio circostante.

Dopo una breve visita alla omonima chiesa (1639), si consiglia di procedere a piedi, visitando i resti delle mura ciclopiche e poi, attraverso la Porta del Sole, proseguendo all'interno del caratteristico centro storico. Risalendo Via Ara dé Santi si giunge a Piazza B. Greco: da qui si procede fino alla chiesa di S. Margherita, risalente al IX secolo d.c., più volte restaurata ed ingrandita e sotto il cui altare è conservato il corpo di S. Vittore. Caratteristiche sono: la struttura a due navate e il suo soffitto a cassettoni quadrati e rettangolari con fregi dorati. Continuando a salire si giunge al nucleo medioevale del centro storico con il palazzo baronale (di proprietà privata), i resti del castello ancora dominati dall'antica torre e la chiesetta di S. Maria di Corte, costruita da Oddone Colonna nella prima metà del '300 e notevole per gli affreschi dell'abside dietro l'altare maggiore. Si consiglia di salire sulla torre baronale da dove si può ammirare tutta l'Alta Valle del Sacco. Continuando sulla stessa strada, attraverso la Porta Sù si giunge a Piazza S. Rocco dove si può visitare l'omonima chiesa, a navata unica con un soffitto a capriate scoperte, che accoglie le spoglie del pittore tedesco Horny, l'allievo prediletto di J.A. Koch.

Il paesaggio di Olevano è stato fonte di ispirazione per numerosi artisti stranieri e molte furono le case private che li ospitarono. Da Piazza S. Rocco si può raggiungere Casa Baldi (già residenza estiva del Cardinale Scipione Borghese) e la Villa Serpentara (acquistata dal governo del Reich nel 1877), entrambe proprietà tedesche che oggi ospitano borsisti di quel Paese e sono punti di riferimento della presenza culturale germanica in Olevano.

Un vasto patrimonio di parchi e giardini penetra, divide e completa il centro edificato. Di ritorno dalla Villa Serpentara, dopo aver visitato la chiesetta di S. Antonio, è d'obbligo una sosta al Parco dell'Acqua Santa e, andando verso il centro cittadino, il Parco di Villa De Pisa.


Bookmark and Share


La Città


Servizi Online


Uffici

Ufficio Affari Generali e Direzione Generale Ufficio Entare e Personale Ufficio Finanziario Ufficio Tecnico Informatico Ufficio Via Libera Ufficio Polizia Municipale

2009 - 2015 © Tutti i diritti riservati - Comune di Olevano Romano (RM) - | Guida alla Navigazione | Note Legali | Crediti | Informativa sui Cookies |