Albo Pretorio

Albo Pretorio Online

Sportelli

Sportello Sued Sportello Suap

Focus On



Trasparenza nelle pubbliche amministazioni
Patto dei Sindaci
Galleria fotografica del comune di Olevano Romano Museo Civico di Olevano - Museo Centro-Studi sulla Pittura di Paesaggio Europea del Lazio


Sei in: - Home - Amministrazione - Comunicazioni - Approvate in Consiglio le nuove tariffe. TASI ridotta al 2% per le famiglie con persone in difficoltà 

Visualizza Mappa dell'Area Visualizza PDF Stampa la pagina

Approvate in Consiglio le nuove tariffe. TASI ridotta al 2% per le famiglie con persone in difficoltà

Il Consiglio Comunale di Olevano Romano si è riunito Venerdì 16 Maggio per discutere le tariffe dei tributi in vigore per l’anno 2014 che vedono  la novità dell’ Imposta Unica Municipale (I.U.C.).Prima della discussione tecnica sulle tariffe, il Consiglio  ha approvato all’unanimità un o.d.g. avente ad oggetto il riconoscimento della Lingua Italiana dei Segni (L.I.S.)

“Si tratta - ha affermato il Sindaco Mampieri nell’illustrazione del punto - di un gesto di grande civiltà che ho voluto portare all’attenzione del consiglio comunale per sensibilizzare il Parlamento e le istituzioni superiori affinché si prenda atto e consapevolezza che senza il riconoscimento ufficiale della lingua dei segni si stanno ledendo i diritti delle persone affette da sordità che rischiano l’esclusione sociale e l’emarginazione a causa dell’isolamento, anche culturale, nel quale sono costrette a vivere  per la difficoltà di comunicazione con il mondo circostante. L’Italia è uno dei pochi paesi a non aver riconosciuto la lingua dei segni.” Lo stesso punto, su proposta del Sindaco Mampieri, era stato approvato, sempre all’unanimità, dalla Conferenza dei Sindaci del Distretto Socio Sanitario G4 nella seduta di approvazione del Piano Sociale di Zona.

 

La discussione è poi proseguita con la relazione dell’Assessore al Bilancio, Dott. Simeone Mastropietro, sulle aliquote Irpef e sulle tariffe Tasi, Tari e  Imu che compongono la I.U.C..

Come ribadito tanto dall’Assessore che dal Sindaco, vista la perdurante congiuntura economica, quest’anno si è cercato di mantenere complessivamente inalterata la pressione fiscale rispetto al 2013.

Per l’addizionale comunale Irpef si è mantenuta lo stessa aliquota in vigore dal 2012.

Per la Tari, la nuova tassa sui rifiuti, rispetto alla Tares 2013, è stato elaborato un piano finanziario con una riduzione di circa settantamila euro ( € 70.000,00) dovuta ai maggiori risparmi conseguiti dall’incremento della raccolta differenziata dei rifiuti, che porterà benefici in bolletta sia alle utenze domestiche che alle utenze non domestiche.  Inoltre, in aggiunta alle riduzioni TARES 2013, nel 2014 è prevista una agevolazione TARI pari a 50 € per i nuclei familiari composti da 6 o più persone.

L’Imu, che quest’anno sarà corrisposta solo dai proprietari di immobili diversi dall’abitazione principale, per scelta dell’Amministrazione scenderà per le seconde case allo 0.76%°, mentre per gli immobili di categoria D non verrà applicata la maggiorazione da parte del Comune e, pertanto, l’imposta andrà corrisposta nella misura dello 0,76%° direttamente allo Stato. Per la Tasi, tassa sui servizi indivisibili (polizia municipale, illuminazione, verde pubblico etc.)  introdotta quest’anno, per i proprietari di prime case l’aliquota sarà di base pari al 2,5%° ma scenderà al 2%°  per i proprietari di prime case che hanno all’interno del nucleo familiare un invalido al 100%.

Per i proprietari e possessori di seconde case l’aliquota Tasi sarà dell’1,5%°, mentre per i proprietari di immobili di categoria D la Tasi è del 1,4%°. Per scelta dell’Amministrazione, rimangono invece esenti i fabbricati rurali.

“E’ una misura di grade sensibilità - ha spiegato il Sindaco - la riduzione al 2%° della aliquote Tasi per le famiglie che hanno al proprio interno delle persone in difficoltà. Purtroppo con l’introduzione della Tasi, per come è stata concepita dal Legislatore nazionale, quest’anno i proprietari di prime case potranno pagare di più rispetto all’I.M.U.. Quest’ultima venne introdotta in via sperimentale dal Governo Monti e prevedeva delle detrazioni che non sono state mantenute. Come al solito, si è trattato di un restyling di facciata che non porterà certo benefici né ai cittadini e né agli enti locali che subiranno invece, oltre ai tagli previsti dalla Legge Finanziaria del 2013,  anche quelli varati dall’attuale Governo, oltre ad un minor gettito dovuto alla nuova formulazione dei tributi.” Il Sindaco ha letto la missiva del Presidente dell’Anci Fassino che riporta al Governo le preoccupazione dei Sindaci sui nuovi tagli.

L’Assessore al Bilancio ha ribadito che a breve sarà recapitato un opuscolo informativo per far comprendere ai cittadini la nuova formulazione della IUC e le relative scadenze.

Le tariffe sono state approvate con i soli voti favorevoli della maggioranza e con i voti contrari della minoranza di Ripensare Olevano.


Bookmark and Share


Amministrazione


Servizi Online


Uffici

Ufficio Affari Generali e Direzione Generale Ufficio Entare e Personale Ufficio Finanziario Ufficio Tecnico Informatico Ufficio Via Libera Ufficio Polizia Municipale

2009 - 2015 © Tutti i diritti riservati - Comune di Olevano Romano (RM) - | Guida alla Navigazione | Note Legali | Crediti | Informativa sui Cookies |